fbpx

WinWall. Il video, le foto, la storia del progetto di Laviosa Chimica Mineraria e Fondazione Carlo Laviosa. A Livorno la prima installazione.

I muri proteggono, nascondono, delimitano.

I muri, spesso, dividono e la nostra storia recente, anche recentissima, è piena di esempi di muri che vengono alzati in nome di qualche causa sentita come irrinunciabile. Un muro si costruisce, si tira su; in un muro si può praticare un’apertura, ma non si può aprire del tutto, se lo apri del tutto non è più un muro. Però, però..… a Livorno la Laviosa Chimica Mineraria e la Fondazione Carlo Laviosa, lavorando in strettissima sintonia, con il progetto WinWall hanno aperto simbolicamente un muro, un intero perimetro di muro, lo hanno reso permeabile e trasparente, senza alterarne la materia. Insieme, stabilimento industriale e fondazione, hanno avviato un’esperienza che potrebbe, tra le altre cose, ambiziosamente scrivere un capitolo piuttosto interessante del rapporto tra la fabbrica e il territorio che la contiene, sapendo che anche la produzione con i suoi bisogni, i suoi ritmi, i suoi valori connota un territorio, a volte lo identifica, sempre ne è elemento costitutivo. In un tale contesto un luogo della produzione che si ponga il problema può restituire al territorio non solo valore materiale, ma anche bellezza, conoscenza, suggestione.

Questa la ricetta: si chiede a una fotografa di talento e di grande personalità come Letizia Battaglia di condurre un workshop della Fondazione per fotografi non professionisti e di tirare fuori il meglio dalla passione dei dilettanti (non dimentichiamo il significato originario del termine: fotografare per diletto non vuol dire fare cose di poco conto).
Si mette a disposizione dei partecipanti il paesaggio della Laviosa Chimica Mineraria, i materiali, le macchine, gli inerti e le persone.
Si ottengono una serie di scatti che, presi singolarmente sono belli, espressivi, ricchi di tecnica e di ispirazione; letti tutti insieme formano un racconto pieno di sorprese, come un buon racconto deve essere.
Si narra di un luogo di lavoro, dei materiali che lo caratterizzano, delle macchine che lo muovono e delle persone che lo animano.
Succede poi che il muro perimetrale della Laviosa Chimica Mineraria abbia bisogno di essere restaurato ed ecco l’idea: ricopriamolo con le foto del workshop.
Se al muro, ovviamente, non si può rinunciare, facciamo sì che parli attraverso le immagini, che da un “fuori” si trasformi in un “dentro”.
Offriamo a chi passa l’occasione di vedere “attraverso” il muro com’è l’interno e di aggiungere a quello di fotografe e fotografi, il proprio punto di vista, la propria emozione.
È stato fatto, grazie alla Fondazione Carlo Laviosa, e adesso alla Laviosa Chimica Mineraria c’è WinWall, un muro bellissimo.
La ricetta è da tre stelle, andatela a gustare in via Leonardo da Vinci, se passate da Livorno, oppure qui sotto.

Scheda tecnica
Le fotografie del progetto WinWall provengono dal workshop “Fotografia e Mondo del lavoro – Paesaggi, passioni e contaminazioni” a cura di Letizia Battaglia e Roberto Timperi per la Fondazione Carlo Laviosa e sono di:
Antonella Abate – Filippo Barbero – Serafino Fasulo – Mario Filabozzi – Francesca Giari – Salvatore Gioia – Vito Lo Piccolo – Alessandra Mangione – Linda Mannucci – Laura Menesini – Laura Messina – Simona Moranino – Chiara Paganini – Diana Scarpellini – Nelita Specchierla – Stefania Storace – Daniele Trassinelli – Linda Ughi – Federica Venturi – Rossana Zoppi

Organizzazione generale e direzione del progetto: Simona Manfredini – Fondazione Carlo Laviosa
Design planner: Studio di comunicazione Metodo adv, Livorno
Concept e video production: Alessandro Feira Chios, Francesco Scannapieco
Allestimento e stampe: Nobili Pubblicità

Il progetto WinWall gode del Patrocinio del Comune di Livorno

Winwall

Il backstage del video. Foto di Ambra Rossella Conca

Fondazione Laviosa